C.D. Il Girasole

Il Centro Terapeutico Girasole è un servizio accreditato dalla Regione Lombardia rivolto a persone con problemi di dipendenza da sostanze. Si tratta di una comunità semiresidenziale terapeutica riabilitativa. Nasce nei primi anni ‘90 nel comune di Cologno Monzese e prende in carico utenti inviati dai Sert e dagli Smi con certificazioni di Tossicodipendenza. 

L’offerta del servizio prevede colloqui individuali sia educativi che psicologici. Nel corso di più di vent’anni di attività il centro ha stretto forti legami con il territorio e i suoi servizi.

La presa in carico, che prevede anche misure alternative al carcere, va da un periodo minimo di 6 mesi fino ad un massimo di 18 messi rinnovabili.

Ogni anno gli operatori del centro sperimentano nuove attività per capire quali funzionano meglio in relazione alle persone in trattamento.

Nel corso degli anni sono stai aperti laboratori di arteterapia, gruppi culturali di lettura e visione di film (in collaborazione con la Biblioteca di Cologno Monzese), sportivi, di teatro e sperimentazione corporea.

Dalla primavera del 2015 presso il CT Girasole è aperta una  ciclo officina gestita da un gruppo di utenti.

Carta dei servizi

Contatti e orari:

La comunità è aperta dal lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 17.00.

Il CT Girasole si trova a Cologno Monzese in Via Neruda, 9

Telefono: 02 2532531

Email: girasole@cooplotta.org


facebookCiclofficina Girabici

LISTA D’ATTESA

POSTI ACCREDITATI POSTI BUDGETIZZATI POSTI DISPONIBILI UTENTI IN ATTESA
20 13 0 7

 

La lista d’attesa è formulata in base alla data delle disponibilità inviate ai servizi segnalanti (Ser.t. interni ed esterni alle strutture penitenziarie). Il servizio che invia le segnalazioni dovrà fornire le indicazioni sulle tempistiche secondo le quali il paziente avrà la possibilità di iniziare il percorso, di seguito l’équipe deciderà per quanto tempo sarà valida la disponibilità inviata (a seconda dei casi la disponibilità avrà una durata variabile da 3 a 6 mesi). Entro lo scadere della validità sarà cura del servizio segnalante richiedere un rinnovo della disponibilità.

La graduatoria per l’accesso al servizio tiene conto delle seguenti priorità:

  1. Invio da parte di un ser.t. interno ad una struttura penitenziaria.
  2. La data di segnalazione da parte del servizio.
  3. Nel caso in cui ci siano dei posti liberi, in attesa di inserimenti dalle strutture penitenziarie, si favoriranno prima le persone agli arresti domiciliari e poi quelle in stato di libertà.

Vincoli per la presa in carico

I criteri essenziali attraverso cui selezioniamo le segnalazioni che ci pervengono sono i seguenti:

  • Il possesso della certificazione di tossicodipendenza ai sensi della d.g.r. 10/10/2007 VIII/5509
  • Non accettiamo segnalazioni di persone con età superiore ai 52 anni.
  • Non è possibile prendere in carico persone che non abbiano sufficienti risorse economiche di sussistenza. La logica sottesa a tale vincolo fa riferimento al fatto che l’utenza deve provvedere alle spese personali e di trasporti per raggiungere la struttura dalla propria abitazione.
  • Non accettiamo persone con problemi psichiatrici.
  • Non prendiamo in carico persone con numerosi fallimenti terapeutici pregressi.
  • Se la persona è detenuta, preferiamo che abbia un fine pena non inferiore a 10 mesi.
  • Situazione familiare non conflittuale che potrebbe compromettere il buon andamento della terapia.
  • Valutiamo segnalazioni di persone straniere in rapporto al numero di stranieri già in carico.